profilo Linkedin

Le 10 regole d’oro per un profilo LinkedIn efficace

Se pensi che aggiornare il tuo profilo Linkedin sia una “mission impossible”, ti sbagli! Basta seguire poche semplici indicazioni per rafforzare la tua rete di business e raccontare le tue competenze ed esperienze.
Ecco alcuni suggerimenti!

1. Dai un volto al tuo nome

Dato che la prima impressione è quella che conta (ci vogliono da 1 a 10 secondi per farsi un’idea di una persona e per decidere se contattarla oppure no! – fonte: Association of Psychologist Science), per bucare lo schermo è essenziale una foto di profilo professionale: oltre ad essere indice di serietà ed affidabilità, aumenta la visibilità che si ottiene all’interno del business network e la probabilità che le persone rispondano alle tue richieste di connessione e ai tuoi interventi nelle discussioni: tutti preferiscono parlare con un volto piuttosto che con un’icona anonima!
Per questo utilizza una fotografia professionale, meglio se un primo piano ma preferibilmente non una fototessera. Ricordati di sorridere.
Un profilo con la foto viene visualizzato 14 volte di più rispetto a un profilo senza foto!

2.Crea un headline ingaggiante

Scrivi un headline sintetico, chiaro ed ingaggiante: è quello che tutti leggeranno di sicuro del profilo utente. Le persone devono capire subito qual è il tuo job title e per quale azienda stai lavorando. Nello stesso tempo cerca di descrivere te stesso in modo creativo: hai a disposizione poco spazio per raccontare il meglio di te, fanne buon uso!

3. Racconta tutta la tua esperienza

Utilizza le sezioni di Summary ed Experience per descrivere in modo più dettagliato quello di cui ti occupi e i traguardi raggiunti durante la tua carriera.
In un Summary efficace deve emergere ciò che sai davvero fare e gli obiettivi che hai raggiunto nella tua vita lavorativa. È anche lo spazio in cui far emergere la tua personalità e la tua storia professionale. Per questo scrivilo in modo sintetico ed esaustivo, cercando di non superare le 250 parole ed evitando i termini più usati su LinkedIn… di persone “Creative, Organizational, Effective, Motivated, Extensive experience, Track record, Innovative, Responsible, Analytical, Problem solving” è pieno il mondo!
Nella sezione Experience, metti in evidenza la tua esperienza presente e passata, in una traiettoria di crescita: questo è lo spazio ideale per raccontare i progetti svolti e far vedere i tuoi lavori in modo tangibile. Per questo è importante caricare o linkare presentazioni, immagini, siti web, blog, etc. Se hai svolto queste attività con un gruppo di lavoro, collegati a loro su Linkedin e includili nel team di progetto: otterrete tutti più visibilità!

4. Permetti al tuo network di confermare le tue competenze

Nonostante siano state sollevate molte polemiche circa l’introduzione di questa funzionalità di Linkedin (ormai parecchio tempo fa), ottenere conferma delle proprie competenze da parte del network di contatti è un ottimo modo per accrescere la propria autorevolezza, oltre che la propria autostima.
Per avere degli endorsement veritieri, attivati anche tu per farne ai tuoi contatti con i quali hai davvero lavorato e che stimi per competenza e professionalità: non dare conferme a caso e sarai ripagato con la stessa veridicità. Se non sei soddisfatto dei tuoi endorsement, li puoi modificare, eliminare e spostare.

5. Ottimizza il tuo profilo per la ricerca

Fatti trovare da chi fa ricerche su Linkedin utilizzando parole chiave che hanno a che fare con la tua professione. Per facilitare l’indicizzazione sia all’interno di Linkedin sia sui motori di ricerca come Google, aggiungi nel tuo profilo le keyword che ti caratterizzano di più, quelle per le quali vorresti essere rintracciato e riconosciuto in rete.

6. Crea un url univoco

Personalizza l’url del tuo profilo Linkedin, sempre perfar sì sia meglio indicizzato. L’url ideale comprende il proprio nome e cognome ed è adatto ad essere diffuso, per esempio nel biglietto da visita, nella firma elettronica, come sito web di riferimento su Twitter, etc.

7. Unisciti a gruppi rilevanti

Cerca gruppi relativi alla tua industry, funzione, carriera, interessi e unisciti a loro per restare sempre sul pezzo e dare il tuo contributo. Ricorda che entrare in un gruppo online è un po’ come entrare in un nuovo gruppo di amici: valgono le stesse regole della vita quotidiana. Quindi, per prima cosa ascolta quello che si dice, fatti un’idea degli influencer, inizia a dare il tuo contributo sotto forma di commento e poi sentiti libero di pubblicare tu stesso aggiornamenti interessanti e porre domande. Scopri in quali gruppi sono attivi i tuoi clienti e iscriviti anche tu!
Se sei attivo nei gruppi giusti, il tuo profilo verrà visitato fino a 5 volte di più!

8. Specifica anche la tua educazione

La tua formazione è fondamentale ed è parte integrante della tua presenza e riconoscibilità su Linkedin, non sottovalutare questa sezione ma completala con cura nella parte relativa agli studi secondari e universitari.
I profili che hanno una sezione educazione completa e ben strutturata ottengono una visibilità 10 volte maggiore rispetto agli altri!

9. Pubblica aggiornamenti rilevanti

Condividi articoli e notizie che per te sono interessanti: lo saranno anche agli occhi del tuo network e acquisterai sempre più visibilità ed autorevolezza in quanto sarai considerato un influencer. Non essere timido, commenta anche gli update degli altri che trovi più interessanti e non dimenticarti di pubblicare anche contenuti che riguardano il tuo lavoro, la tua azienda, gli eventi a cui partecipi… ma ricorda di non essere mai promozionale, bensì informativo.

10. Collega Linkedin al resto del tuo mondo web

Non lasciare che Linkedin sia “solo” una vetrina di personal branding: se hai altri spazi web di natura più o meno professionali (per esempio un blog o un account Twitter), fai in modo che si crei un collegamento. Per esempio, inserisci la url di Linkedin sul tuo profilo Twitter e viceversa, indica i tuoi social media come strumenti di contatto sul tuo blog.